La cuccia migliore per il nostro birmano

Il nostro sacro di birmania di casa ha bisogno di uno spazio dedicato alla sua cuccia, dove dormirà indisturbato e dove farà la sua toeletta quotidiana in tranquillità.

La cuccia deve essere morbida, come quelle in commercio oppure una cesta foderata con cuscino sul fondo e sui bordi.

Deve essere posizionata in un luogo al riparo dalle correnti d’aria e dal troppo calore, non nel passaggio ma magari una zona tranquilla della casa e lontano da dove si trova la zona per i suoi bisogni, perché gli animali sono molto sensibili agli odori, ed è meglio anche non spruzzare mai profumi dentro la sua cuccia.

Dovrebbe anche essere un po’ lontana dal cibo perché quando il gatto si sveglia ama girovagare e cercare il suo cibo stimolando così l’istinto di cacciatore che altrimenti in casa si assopisce, e quindi ha bisogno di cercare e camminare un po’ prima di arrivare alla ciotola.

La cuccia deve essere foderata di stoffa tipo cotone e un po’ imbottita e deve essere lavata almeno una volta ogni 2 -3 mesi per evitare che si accumuli pelo e polvere dentro.

Ogni tanto è bene darle una spolverata, quando l’animale è sveglio e non è dentro, mentre quando l’animale dorme meglio lasciarlo stare e non svegliarlo poiché i cicli di sonno nel gatto sono brevi e tra un ciclo e l’altro il gatto si alza per mangiare e bere o fare i bisognini e poi torna a pisolare.

Un gatto adulto dorme circa 16 ore al giorno e sta sveglio sopratutto la notte.

Ricordatevi quindi se avete un gatto in casa che di notte ama girare e correre e perciò è meglio non lasciare in giro giocattoli rumorosi per evitare di svegliarsi e che ci siano rumori.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici − quindici =